MUTUO CASA

Guida alla scelte del mutuo per la casa

Il mutuo per la casa è considerata, specialmente oggi con le condizioni economiche e politiche che attraversa l’Italia, una spesa importante e considerevole accanto, in misura minima, all’acquisto dell’arredamento della vostra casa. Per richiedere un mutuo per la casa dovete recarvi in banca, alle poste oppure a un istituto finanziario.
Per prima cosa bisogna informarsi adeguatamente sui diversi tipologie di mutui predisposti dai diversi istituti di credito per comperare in modo più semplice possibile la prima casa.
Dopo aver scelto il mutuo più adeguato alle vostre esigenze potrete pensare alla fine nella scelta dell’arredamento della vostra casa.
Le diverse tipologie di mutui offerti dal mercato dai diversi istituti preposti si differenziano prevalentemente per il tasso interesse che offrono.
Foto tratta da http://www.lavorincasa.it
In commercio potrete trovare due tipi tassi d’interesse:
I mutui a tasso interesse fisso, vuol dire che le rate mensili rimangono costanti per tutta la durata dell’estinzione del mutuo. Questa tipologia permette di avere la sicurezza di pagare sempre la stessa somma per questo non avrete brutte sorprese.
I mutui a tasso d'interesse variabile, le rate mensili possono cambiare a secondo delle fluttuazioni del mercato finanziario. Questa tipologia di tasso d'interesse sono concessi a un interesse basso rispetto a quelli fissi ma possono riservare brutte sorprese nel lungo periodo.
Questi mutui sono presi da persone che hanno una certa sicurezza economica e possono permettersi di pagare di più nei momenti più sfavorevoli.
In mercato potrete trovare anche mutui a tasso d'interesse misto che possono essere fissi nel primo periodo e variabile nel secondo oppure il contrario, questa tipologia può essere scelto da persone che conoscono le fluttuazioni dei mercati finanziari. La durata dei mutui generalmente si aggira sui 30 anni e il rimborso avviene tramite rate mensili.


Per concludere bisogna dire che i mutui per l'acquisto di una casa non sono concessi dalle banche senza avere alcuna garanzia. Gli istituti di credito vogliono come garanzia abitualmente l'ipoteca sulla casa che consente alla banca d’impadronirsi dell’abitazione in caso che non riusciate a pagare le rate.